La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

domenica 30 giugno 2013

Giugno finisce con due note tristi: ci hanno lasciato...

Margherita Hack (Firenze12 giugno 1922 – Trieste29 giugno 2013) è stata un'astrofisica,divulgatrice scientifica e attivista italiana. Sofferente da una settimana era ricoverata in ospedale. Non potrò nemmeno andare al suo funerale, perché ha scelto di non apparire, le esequie verranno officiate senza alcuna cerimonia, in forma privata, in un giorno che non deve essere reso noto. 
Spartana, ha sempre lottato contro le apparenze badando alle cose pratiche e non vuole ipocrisie nemmeno quando i suoi resti saranno seppelliti nel cimitero di Trieste. 
Perché so di sicuro che ormai il suo spirito è tra gli astri e di notte dall'Orsa Maggiore contempla il nostro pianeta... 







Ma in questi giorni è mancato anche ..

Stefano Borgonovo (Giussano17 marzo 1964 – Giussano27 giugno 2013[3]) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo centravanti. Nella sua carriera oltre nella Nazionale Italia, ha giocato anche il Milan, la Fiorentina e l'Udinese.
Nel 2008 viene colpito dalla "Stronza" come   definisce lui la SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica), ma   non si arrende crea la Fondazione Stefano Borgonovo Onlus che sostiene la ricerca contro la Sindrome di Lou Goering.  Lascia moglie e quattro figli.  

Ricordiamolo così 





venerdì 28 giugno 2013

Stamattina mi sento proprio così...


Sto facendo colazione, ma il mio corpo ancora non vuole svegliarsi: il solito mal di testa e di cervicale per un breve viaggio in macchina con finestrini aperti (il clima si è rotto)  mi ha ridotto come lo scoiattolo qui sopra. Sono esausta. 

Se Maggio con il freddo e le piogge è stato un mese pesante, Giugno con la sua afa improvvisa continuata e africana repentinamente spodestata da un flusso d'aria artica, con la neve in montagna e temperature autunnali in città, è stato spossante. 

Non so voi, ma io che aspettavo e bramavo l'estate ho il terrore di vivere due mesi in un altalena di temperature con escursioni termiche oscene. 

Il bilancio di giugno ? Direi un mese operoso, per le continue corse per uffici a pagar tasse e seguire le mie vecchiette; più pigro per il lavoro Stanhome, che ho trascurato per il gran caldo.   Positivo l'incontro con la psicologa di cui al precedente post.  Da brava "Vergine" annoto un progresso costante, anche se lento: quel che importa è procedere portando a casa dei risultati.

Con la prossima settimana entriamo nel mese di Luglio un mese nuovo e fresco: TUTTO DA GIOCARE !   Vi lascio con un aforisma di Seneca

MOLTI IMPARANO NON PER LA VITA MA PER LA SCUOLA. 

Ed è proprio questo l'obiettivo di luglio : imparare, non per ingurgitare  ulteriori nozioni, ma per migliorare la propria vita, applicando  e gestendo le nozioni acquisite per progredire  sia dal punto di vista materiale, che spirituale! Una bella sfida! Basta lasciarsi macinare dagli eventi, la parola d'ordine è REAGIRE! 

Come sempre : ad majora !!!

martedì 25 giugno 2013

Meno-in-pausa e reagire invece di eseguire!

 
Da giovane -come per tutti- il mio metabolismo funzionava e riuscivo a dimagrire anche mangiando solo qualcosa in meno. Ma nel corso degli ultimi vent’anni quando la vita si è fatta più tosta, come da imprinting generazionale ho frenato sempre le mie esigenze per anteporle alla famiglia-casa ed  al lavoro, nonché ai parenti. Fatto sta che  ho incamerato 20 kili di troppo a corazza, prima semplice sovrappeso, ultimamente moderata obesità : kili difficili da buttar giù per il rallentamento del metabolismo tipico della menopausa. Non è solo una questione fisica, ma soprattutto psicologica, quando la mente si rende conto che sto calando, automatica-mente vado in cerca di più cibo. Quando mi impongo delle diete, facendomi seguire dalla dietologa avanza ed ingigantisce il senso di impotenza e di rivolta ad un regime troppo disciplinato. Finisce che la dietologa è frustrata, io sono frustrata e spendere soldi per non averne il beneficio sperato è come sputare controvento.
 
Dato che il meccanismo mentale è ozioso e bastardo e non ne vengo a capo, ho pensato che solo un esperto poteva aiutarmi : sono andata dalla mia psicologa.
 
La psicologa mi ha dato della menopausa una nuova lettura : la menopausa è   il periodo in cui la donna ha la possibilità di mettere  “meno-in-pausa” se stessa. Mentre in precedenza famiglia, lavoro ecc. catalizzavano le nostre priorità ora i  bambini son cresciuti, il lavoro finisce e quindi ci troviamo a recuperare una dimensione di spazio e tempo che prima non avevamo e nel quale possiamo esprimerci.
 
Invece di reprimere le nostre necessità per soddisfare le primarie ed altrui  la donna in meno-in-pausa può permettersi (a volte complici le caldane) di “andare fuori di testa”, essere intrattabile: le manifestazioni sono un implicito ed anche direi INVOLONTARIO (perché delle caldane ne vorremmo far a meno) attirare l’attenzione di chi ci sta intorno, una necessità di affermare CHE NON SIAMO UN ROBOT AL SERVIZIO DELLA FAMIGLIA E DEL LAVORO, ma che ANCHE NOI possiamo e dobbiamo segnare il passo, avere esigenze e bisogno di staccare.  Alla luce della spiegazione di cui sopra  ora   comprendo il perché una ginecologa tanto tempo fa mi disse, che le manifestazioni sono più eclatanti (vampate, caldane, iperidrosi, sbalzi d’umore, ecc.) in proporzione a quanto la donna ha subìto, sopportato, lavorato, taciuto e che sono proprio quelle che hanno dato di più, le più forti, che perdono la bussola più facilmente.
 
Perché non riusciamo ad ESPRIMERE NOI STESSE? A prescindere dall’imprinting della società, quando nella vita le problematiche cadono massicce e pesanti spesso non riusciamo a reagire, ma solo ad eseguire.  Questo è il secondo concetto basilare della seduta. Ve lo spiego : REAGIRE vuol dire che esaminando ciò che ci accade riusciamo a prendere delle decisioni per il nostro bene e trovare la soluzione che ci porta meno disagio, mentre ESEGUIRE  significa, sopportare e subire qualsiasi carico arrancando fino allo stremo perché siamo incapaci di reagire.
 
Ora arriviamo al terzo punto : Quando arranchiamo nell’ESEGUIRE,  si materializza dentro di noi il bisogno di tacitare il nostro IO SAGGIO con la “morfina del cibo”. La psicologa mi ha corretto: il cibo in quantità esagerata non è più scatenante di endorfine, che sono benefiche, entusiasmanti, vivacizzanti e appaganti,  ma proprio di “morfine”, che ci “addormentano” la coscienza. Infatti quando siamo sazi  la pesantezza della digestione assopisce il nostro cervello, per svegliarci arrancando solo quando le necessità incalzano e quindi bisogna tornare ad eseguire. 
 
Quindi ora sto imparando  a mettere “meno-in-pausa” le mie esigenze ed a reagire alle necessità della vita. Il rapporto con il cibo sta già migliorando!! Sperem... : D 

sabato 22 giugno 2013

Oggi ho fatto il pane

ho preso in Slovenia una farina germanica con i semi di girasole ed ho fatto il pane. Prima mezzo kilo, poi il secondo. Oggi ho fatto un kilo di farina ed in metà ho messo olive tagliate a tocchetti. 
Con questo caldo ? e sì, proprio perché fa caldo, arrostirlo in forno fa lo stesso... 
Ed ecco il risultato. Dovrò distribuirlo per non strafogarmi di pane.... : ( 


e fresco di forno non ho resistito ad assaggiare il panino in basso a sinistra con le olive.. 

mercoledì 19 giugno 2013

NO ES UNA CRISIS, ES UNA ESTAFA

Non è una crisi, è una frode... 

L'ho letto nel banner di un blog spagnolo e chissà perché ho sentito che potrebbe essere la verità!  Chi c'è dietro questa crisi ?  Perché le nazioni e sono tante, forse troppe, sono tutte in crisi? Sembra impossibile che i giochi di potere non trovino gente competente che possa sistemare l'economia. Chi vuole mettere tutto il pianeta in ginocchio, che cosa spera di raccogliere??? 

domenica 16 giugno 2013

16 giugno

Ancora una quindicina di giorni e siamo al "giro di boa" dell'anno! Esattamente alla metà! 

Stanotte mi sono alzata ed ho guardato l'Orsa Maggiore in cielo che ammiccava ai gatti del cortile. Mi rassicura vederla e seguirla nel suo "calare" all'orizzonte ogni volta che mi alzo.

Una Mucia  petulante stamattina mi ha svegliato presto: lei non sa che è domenica! O comunque lo ha ignorato per pretendere i suoi "topini", bocconcini per gatti che le dò la mattina quando mi alzo.

Ma le ho perdonato lo sgarbo, perché il cielo è sgombro ed è una bellezza alzarsi con la luce del giorno fatto anche se sono solo le 6 e le giostre nel cortile delle rondini che incrociano i voli prima di spingersi nell'alto del cielo mi mettono di buon umore nonostante il mal di testa da cervicale, che mi tormenta un giorno si, ed uno no! Va beh' che ci vogliamo fare, è l'età sommata ai colpi di frusta! 

L'aria è ancora fresca e si sente l'energia del nuovo giorno.  

Vado considerando che venerdì 21 giugno alle 05.04 a.m. avremo il solstizio d'estate, entrando nella stagione. Una stagione  a cui anelavo ed ora sono incredula al fatto che ormai sia arrivata! Ma tutti più  o meno sono scossi, quasi svuotati dai cambiamenti climatici, che ci rendono scettici anche all'evidenza.

Mucia dopo aver mangiato ha preso il mio posto al letto ed io accolgo il nuovo giorno con pazienza e con serenità: è un giorno tutto da giocare, rilassata.

Ieri ho fatto progetti, oggi qualche piccola mansione, l'organizzazione a grandi linee delle incombenze per la settimana. E poi... chissà! : D Quel che viene viene.
Intanto faccio una partita di allenamento a Burraco!!

Buona domenica! 





sabato 15 giugno 2013

Thanks God it's Saturday!!!!

Si, grazie a Dio è Sabato e finalmente niente galop, come dice la  Placida Signora, Mitì Migliero, giornalista e scrittrice (Lo stupidario della maturità ed altri) che trovate qui http://www.placidasignora.com/ 

Durante la settimana, si tratta effettivamente di galop! Mi sveglio prestissimo, abitudine dura a morire, esco alle 7.30 vado a fare colazione con i miei figli, ho così l'opportunità di stare più di un ora con mia figlia a chiacchierare del più e del meno con calma, prima di accompagnarla al lavoro. Da quanto è andata a stare con il suo ragazzo, mi manca, ma per ironia della sorte, la vedo e ci parlo di più di quando viveva con me, che il più delle volte era tutta mugugni ad ogni richiesta. Dopo aver salutato mia figlia, corro dalla zia in casa di riposo, quasi ogni giorno, le porto generi di conforto (prosciutto crudo, vino, patatine fritte, frutta fresca,  medicine ed altre amenità, si sà vecchi e piccini son tutti bambini, diceva mio nonno) per renderle più sopportabile la sua vita da "reclusa". Faccio commissioni e la spesa, poi a casa: ci credereste che arrivo intorno alle 11.00 a volte anche alle 13.00 ??? Peggio di un lavoro!!

Il sabato e la domenica mi rilasso e sono finalmente padrona del mio tempo. Come quando lavoravo, questi sono i giorni in cui penso alle pulizie ed alla spesa, oltre che al bucato -risparmio energetico tariffario docet-  ma sono cose che ora faccio in scioltezza, senza progettazione, mentre ogni santo giorno della settimana devo avere il mio tazebao organizzativo, pena auto-reprimenda per aver dimenticato questo o quello: ovviamente sempre di vitale importanza. Ma un bel chissene--- ogni tanto mi scappa! 

Oggi anche la stanchezza, il mal di testa, le gambe gonfie, ecc. sono accettabili, mentre negli altri giorni sono motivo di lamento. Come al solito "Tirem inanz" e godiamoci il week-end! 


Buona vita a tutti!!!

Non è che la lavatrice sia piccola, è Mucia che è grande :) !



giovedì 13 giugno 2013

Non so voi, ma io...

.... sto provando una strana sensazione: mi sento sfasata, inconcludente e "stonata". Avrei tante cose da fare ma non riesco a farne che un terzo...   Cazzeggio al computer, oppure faccio scorrere il tempo concludendo poco o nulla. 
Sarà la primavera che si trasforma finalmente in estate, sarà l'antibiotico che prendo, che mi rallenta e toglie le forze, sarà  che non riesco a dormire bene le ultime notti. 
Ma a voi, non succede ????

lunedì 10 giugno 2013

Tra....

Tra un acquazzone e l'altro : PIOVE! 
prevedo un' ottima annata per i funghi!  :(

Io, Donna...

   (mi è arrivata per mail...fatevi due risate...amare :) 

    Non leggo istruzioni . Schiaccio pulsanti finché funziona

    Non ho bisogno di alcool per essere imbarazzante. Mi riesce benissimo anche senza

    Non sono bisbetica. Sono emozionalmente flessibile

    Le parole più belle del mondo "Vado a fare shopping"

    Non ho difetti.  Sono effetti speciali

    Le DONNE devono avere l'aspetto di DONNE. Non di ossa rivestite

    Non è ciccia. E' superficie eroticamente utilizzabile.

    Perdonato e dimenticato? Non sono Gesù, né  ho l'Alzheimer

    Noi donne siamo angeli e se ci rompono le ali continuiamo a volare su una scopa.

   Quando Dio ha creato gli uomini ci ha promesso che uomini ideali si sarebbero trovati ad ogni angolo    
   della terra …  Poi l'ha fatta ROTONDA

domenica 9 giugno 2013

La TV di Mucia


Questa è la porzione di finestra che incanta Mucia : sopra la grondaia in un buco nel muro hanno fatto il nido una coppia di rondini che specie di sera sfrecciano frequenti per rientrare al nido e Mucia si sdraia e guarda, come fosse una televisione :) 

sabato 8 giugno 2013

Intervallo

Dal ritorno della mia piccola vacanza il tempo passa inesorabile e riesco a fare metà delle cose che vorrei. 
Non riesco nemmeno a passare per i vostri blog! 
A presto.... intanto vi lascio una bella canzone ! Buona Domenica!!!


martedì 4 giugno 2013

2 giugno ... in ritardo!


Dovrebbe essere il monito per i nostri politici!!!
W l'Italia !!!