La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

giovedì 11 aprile 2013

Guidando per l'altopiano in un pomeriggio di sole...

.. ascoltando a palla, Alfie, "a solo" di  armonica  di Stevie Wonder... da brivido!!! Peccato che youtube non sia in HD...  

9 commenti:

elenamaria ha detto...

Da brividi. :-)

margherita ha detto...

Bellissimo! Ho proprio voglia di farmi un giro in macchina con della bella musica a palla! Quasi quasi....

nellabrezza ha detto...

trasgressivissima renataaaa!!

nellabrezza ha detto...

ma è una ARMONICA, non una FIS-Armonica ?

Renata_ontanoverde ha detto...

@Elenamaria & Margherita : merita vero???
@Nellabrezza : si, lapsus ;) armonica a bocca....;)

leggerevolare ha detto...

già ...peccato

comunque io sono una grande fautrice della musica a palla in macchina....
solo che spesso mi trovo il culo dell'ambulanza dietro e non me ne accorgo perchè non la sento... he he

Renata_ontanoverde ha detto...

Elisa: mi hai fatto sorridere !!! grazie!!

riccardo ha detto...

Ciao, arrivo qui dal blog di Linda.
Conoscevo il pezzo nell'esecuzione di Andy Williams, non in quella di Wonder che però, al buon Andy fa barba, capelli e probabilmente anche basette.
L'armonica... beh, io la suono (o cerco di suonarla) ed anche se come armonicista Wonder non mi piace molto, devo però riconoscere che la sua tecnica è... principesca!
Il pezzo parla d'amore: una cosa che alla fine, sembra essere l'unica cosa che esiste.
Il discorso può sembrare un po' sdolcinato... anche perchè non di rado l'amore va male.
Ma il pericolo della sdolcinatezza è secondo me scongiurato dalla malinconia blues di Wonder.
Ri-ciao!

Renata_ontanoverde ha detto...

Ti dirò Riccardo (benvenuto ;) che per me Stevie Wonder è un tuffo nei miei anni ruggenti, dove Bacharach eseguito dalla Dionne Warwick ma prima ancora da Herb Alpert ha fatto da leone: erano altri tempi... ;) ma Stevie è mitico. Ricordo ancora di aver consumato il doppio LP di Superstition!!!