La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

venerdì 20 aprile 2012

La situazione

....che vado ad incontrare in questi tempi è sconfortante. 
Quando "a c c e n n o" nel discorso a qualcuno la mia condizione (disoccupata e vedova) vedo la contrazione sul volto della persona, quasi uno spasmo doloroso di empatia, che manda in sovraccarico la mia interlocutrice. Mi spiace vedere tale reazione, vorrei evitarla e cerco di non "scaricare" ma informare brevemente, perché spesso tale reazione indica che la persona   ha vissuto od ha sperimentato almeno in parte delle perdite ed ha un sussulto a rivivere il momento, oppure per via del momento critico che viviamo, ha raccolto già tante testimonianze simili che la sua anima è pronta a collassare. 

Nonostante tutto vedo altre realtà anche peggiori delle mie e torna a galla il mio positivismo, ma permane un senso d'insicurezza, di dubbi continui! 

Andare avanti è difficile. La ricerca di un riempitivo per sostenermi finanziariamente fino al percepimento della pensione è poi logorante: vuoi per il periodo di crisi che stiamo vivendo, vuoi per la fragilità che le mie recenti "perdite" mi hanno causato. 

Ho paura di sbattere la testa qua e là perdendo energia e discernimento, senza concludere molto, anzi perdendo pezzi per strada. Anche se poi raddrizzo le spalle ed alzo il capo e parto di nuovo in quarta! 

Egregio Dott. Monti se solo ripete ancora una volta "Il posto fisso che noia" vengo a sputarle in faccia di persona, personalmente! 

Perfino il prete domenica dal pulpito si è sfogato nell'omelia, dichiarando la sua perplessità ed impotenza! Ha detto : "raccolgo sempre più testimonianze di persone disperate, oggi un padre di famiglia 60enne ha pianto davanti a me perché è stato licenziato e si è visto prolungare il diritto alla pensione di  6 anni con una famiglia a suo completo carico ed ovviamente non trovando lavoro! Come posso predicargli di gioire della Pasqua se le prospettive per il suo futuro sono queste??" 

Don Gnocchi diceva "Coraggio!" perché è l'unica nostra arma in questo momento. 
Certo c'è chi il coraggio non se lo sa dare come dice il Manzoni, ma almeno cerchiamo di darlo in solidarietà: una buona parola vale molto e costa poco! 

Buon week-end a tutti! 





12 commenti:

pyperita ha detto...

Questo è un Governo di destra, ed attua politiche di destra. Solo che visto che non è indecente come il precedente le cose che fa si notano di meno, tranne per chi le subisce, ovviamente.

Renata_ontanoverde ha detto...

per l'ennesima volta è la riconferma che la giustizia i cittadini o se la fanno da soli o dal governo non l'avranno mai!

principessasulpisello.com ha detto...

Nonostante la tua situazione , sei sempre lucida e positiva: brava!

nellabrezza ha detto...

Cara Renata... ho notato di recente, da quando mi dibatto nelle difficoltà economiche che detesto riferire qui in pubblico, che gli esseri umani cono così empatici, ma talmente empatici che
immediatamente soffrono anche loro dei miei stessi problemi ! persino persone economicamente più consistenti di me, li vedo immediatamente coinvolgersi a tal punto e contrarsi su se stessi come a volersi proteggere dalla disgrazia che a me è toccata e che per loro ancora è di là da venire.
meglio non offrire, dignitosamente il destro. persino amiche fidate non si fanno più vedere, nel mio caso...

Renata_ontanoverde ha detto...

grazie Princy!
Nellabrezza : come diceva mio padre, difficilmente la gente riesce ad aiutarti, sono pochissimi se non rari. Le amiche, una su un milione forse!
ma non offro mai il destro, informo, ma la gente vede il mio viso sereno nonostante tutto e la mia forza, dopo aver puntualizzato per la cronaca cerco di sviarli sempre dall'argomento...

Linda ha detto...

Quando vai dal signor M. a sputargli in faccia, chiamami: vengo con te.

Marinz ha detto...

Non c'è molto da commentare se non sperare che la situazione cambi il prima possibile.
L'economia sta prendendo il sopravvento su tutto facendo perdere di vista molte priorità nella vita.

paluca66 ha detto...

E' un momento difficilissimo per tutti ma purtroppo in un momento in cui dovrebbe esserci solidarietà e aiuto si scopre che è sempre più facile attaccare e spremere i deboli guardandosi bene dall'inimicarsi i ricchi e potenti.
Forse è così da sempre e sempre sarà così ma è dura da accettare e condividere

Shunrei ha detto...

Vorrei accodarmi a Linda per il viaggio a Roma con te, ma il problema è che se venissi anch'io non so se riuscirei a limitarmi a sputargli solo in faccia a quella gentaglia... peraltro, temo che a sputargli si rischi di disinfettarli, quei delinquenti. è__é

Lilli ha detto...

Capisco la tua ritrosia nel parlare dei tuoi problemi con gli altri: non è mai piacevole trovarsi nella condizione di essere compatiti e quindi si cerca sempre di minimizzare il problema e cambiare velocemente argomento.
La situazione è difficilissima per tutti: chi più chi meno, ci troviamo tutti con problemi economici da risolvere e con budget da ridurre drasticamente.
In questa situazione sicuramente di positivo c'è che tutti coloro che hanno problemi sono tendenzialmente più solidali con gli altri e cercano, nei limiti del possibile, di aiutare o almeno di non gravare sul prossimo.
Quello che c'è di bruttissimo, secondo me, è invece avere sotto gli occhi persone che problemi economici non ne hanno e che nonostante questo si comportano in modo disonesto, rubando i soldi laddove ce ne sono ormai pochissimi (il denaro pubblico) e sbattendoci in faccia la loro disonestà e la loro arroganza.

gattarandagia ha detto...

mi è difficile trovare parole d'incoraggiamento che non suonino un po' finte: nella risposta che dai a nellabrezza, ci dici che sei tu a rasserenare chi magari per adesso sta in situazioni più tranquille delle tue!
l'equità tanto sbandierata dal governo all'inizio si è risolta in uno stravolgimento dei patti stretti coi cittadini virtuosi, che pagano ed hanno sempre pagato, vuoi 10, vuoi 100, vuoi 1000: loro vengono spremuti, presi in giro, lasciati alla loro precarietàò sempre maggiore.
per un attimo ieri è apparso (un refuso, raccontano!) il vero volto del governo: quando hanno tolto ai disoccupati l'esenzione dai ticket sugli esami clinici ed hanno confessato tranquillamente che, non potendo scovare i truffatori (che ci sono!), sarebbe stato risolutivo togliere i diritti ai poveracci!

Renata_ontanoverde ha detto...

Linda : faremo un treno .... ;P
Marinz : certo Marino, ma se pensi che la priorità della maggioranza è la sopravvivenza stretta (pane e acqua!) figurati!
Paluca : effettivamente hai colto nel segno. Speravo in un governo tecnico, che almeno negli anni novanta con Ciampi ci aveva traghettato avanti. Qui proprio non c'è più non solo la trippa, ma neanche i gatti!!!
Shunrei : come Cettolaqualunque NON SPUTO SE NO TI PROFUMO!
:D mitica!
Linda concordo: soprattutto pensando a chi ci governa e non ha pudori e remore!
Gattarandagia : si, lo faccio perché non giova a me soffermarmi troppo o far pesare troppo la mia situazione, non voglio farmi compatire, ma aiutare.
Per le misure economiche : non ho parole! al peggio non c'è mai fine!