La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

venerdì 2 agosto 2013

Geri's Game

Quando ho guardato per la prima volta questo cartone mi son sbellicata in due dalle risate, la seconda volta ho prestato attenzione alle smorfie, ai movimenti ed ogni volta che lo riguardo è come se fosse la prima, non finiscono di stupirmi le sfumature che i disegnatori hanno colto ed il lato comico della situazione. 
Buon venerdì a tutti!!




6 commenti:

viola ha detto...

Bellissimo!

Anonimo ha detto...

è di una tristezza infinita
marzia

nellabrezza ha detto...

ma carinoo !! sì le espressioni sono proprio azzeccatissime. è triste se ti soffermi solo sulla solitudine...ma ci sono un mucchio di centri anziani, almeno nella mia città !

Nik ha detto...

Troppo bello!

Ehmm, in questo periodo la vecchiaia più che mettermi tristezza mi mette rabbia; sarà che da 4 anni ormai assisto mia madre invalida al 100% da quando esco dal lavoro a quando rientro, ma la vecchiaia mi esaspera e basta.

Mio padre è morto d'infarto a 45 anni, non se ne è nemmeno accorto e lo ricordiamo con infinita nostalgia, e ho proprio il timore che quando mancherà mia madre il sentimento darà di sollievo.

Non è giusto!

Nik ha detto...

Grazie Renata! Non pubblico ma ho salvato tra le cose preziose.

Renata_ontanoverde ha detto...

Nik ti ho risposto nel tuo blog.
Marzia : no non è triste, è invece l'inno alla vita, alla capacità di superare ogni difficoltà come la solitudine della vecchiaia, in un modo ironico!