La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

giovedì 17 maggio 2012

Oggi avevo voglia di ridere !



Il Mago di Umago figura pittoresca, macchietta del cabaret nostrano che si esibisce specie d'estate nelle sagre all'aperto, con qualche serata anche in un ristorante.



Il Mago di Umago è un personaggio rustico e faceto, che parla a rotta libera intercalando calembour e giochi di parole che creano   battute esilaranti. I doppi sensi non so se li capirete perché oltre a parlare in dialetto, fa riferimento a località e rioni della zona. Questa scenetta mi fa sempre ridere.



Il Mago de Umago non si adatta alla modernità, il suo partner gli mette una base hip-hop, che lui chiama "pippop" e racconta di esser stato ad un "rave" party nei pressi di Postumia. Lui pensando di andare ad un party di "rape", prende due borse della spesa per raccogliere i tuberi e va all'evento. La zona affollata, le luci sparate che non si vedeva nulla. Poi un  tipo lo apostrofa con l'appellativo di Piculo (Giovane) con una domanda che lui interpreta in chiave diversa dall'intenzione del



* giovane : Piculo te ga erba : Giovane hai della "erba",
* Mago di Umago : Cosa? anche tu hai conigli ???



P.S. Tomos è la marca jugoslava di un motorino!

Nessun commento: