La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

mercoledì 3 luglio 2013

La cerimonia del caffé in Etiopia

Proprio per il commento di Marino vi passo le foto della cerimonia del caffè che viene ancora oggi considerata il rito di benvenuto per gli ospiti.


La cerimonia del caffè in Etiopia si celebra anche in posti umili come quello qui sotto, ma anche su un tavolo prezioso come nella foto successiva.

La foto che segue raccoglie gli "ingredienti della cerimonia" 
* un "tavolino basso" (??)  per poggiare le scodelle, i piattini ed i cucchiaini, 
* il cestino dei pop-corn con cui accompagnare il caffè 
* il bricco del caffè 
* il braciere dell'incenso
* l'erba nel piattino non la conosco, 
* l'erba lemongras ( a fili lunghi) che vedrete nelle foto successive per deodorare la zona del rito. 


e questo è l'allestimento finale.


Le donne provvedono a tostare i chicchi di caffè verde su dei bracieri in un piatto rotondo che potete vedere al lato sinistro per terra della foto che segue, appena riposato il caffè tostato viene macinato e posto in infusione vedete il tipo accovacciato che controlla il liquido ottenuto, che verrà versato dopo la decantazione dei fondi di caffè nel bricco tipico con cui si serve nelle tazze. 



La lunga attesa della preparazione da il pretesto per una lunga ed amichevole conversazione conviviale.

7 commenti:

Antonella S. ha detto...

Ciao Renata, che interessante questo post. E' vero, la lunga preparazione e quindi la lunga attesa invitano a una conversazione pacata e piacevole.
Buona serata, a presto.
Antonella

edvige ha detto...

Si ricordo di aver letto di questo rito ma a parte questo io adoro il caffè alla turca che penso sia la stessa cosa del rito a parte che usano caffè già totatato e macinato.Buona giornata mia cara.

Marino Magnani ha detto...

esatto... è come hai descritto :o)

L'incenso viene usato sia prima che dopo, non durante la preparazione.

Il caffè è tostato al momento su un piatto di "ferro" e poi macinato, e messo nella teiera. Sullo stesso braciere si fanno anche i popcorn.

Per finire è buona norma fare tutti i tre giri offerti.

Giovanna Bianco ha detto...

Complimenti per il blog. I tuoi post sono molto interessanti!!!! Mi sono unita ai tuoi lettori, se ti va di contraccambiare ti aspetto a pastaenonsolo.blogspot.it

Ti aspetto!!!

ruma ha detto...


Hello, Renata_ontanoverde.

  Your exquisite work leads my impression.
  The passion for the art.  It is universal.

  Thank you visit to my garden.
  The prayer for all peace.

Have a good weekend. From Japan, friday night  ruma❃

redcats ha detto...

Tale e quale al nostreo "espresso"al bar!

Nik ha detto...

Molto interessante!

Avrei qualche difficoltà a bere il caffè da accovacciato a terra, o almeno poi servirebbe una gru per tornare in posizione eretta.

Mi son sempre chiesto perchè queste cerimonie, come anche quelle giapponesi, vengono fatte a terra...