La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

domenica 10 agosto 2014

Trieste che fu...

Da un po' di tempo mi sono aggregata ad un gruppo su FB che ricorda con foto e cartoline la Trieste che fu... 
In un epoca in cui i nostri sogni s'infrangono davanti a giochi politici che non considerano il popolo, ma il tornaconto di chi governa, è naturale pensare al passato, alle persone, ai mestieri e guardare alle nostre strade con nostalgia e con stretta al cuore quando chiudono locali storici, ansia quando chi apre, chiude dopo poco, timore davanti a troppe saracinesche chiuse da troppo tempo, quasi un monito di peggioramento della situazione. 
Ripenso al mondo che pian piano sparisce, ai personaggi che non si vedono più, di cui ai post precedenti dell'omino dei cartoni, i cortei delle sessolote e tanti altri che vi illustrerò nei giorni a venire.
Vorrei un po' di speranza, un segnale dai politici migliore di quello che ci è arrivato in passato e ci stanno dando. 

7 commenti:

margherita ha detto...

Lo vorremmo in molti....mi sa che ci tocca aspettare un bel po'!

stella valtorre ha detto...

Bel post Renata.Buona settimana di Ferragosto da una tua corregionale!

Ale ha detto...

Ciao Renata, buona settimana, andrò a vedere la nostra bella città su FB Un abbraccio, a presto.

Cinzia ha detto...

Mah…chissà se possiamo ancora sperare…me lo auguro!
Cinzia

nonno enio ha detto...

continuando a governarci in questo modo forse quei tempi non torneranno più

principessasulpisello.com ha detto...

Anch'io sono in un gruppo che posta cartoline sulla Liguria.

Linda ha detto...

Anche io vorrei un segnale dai politici per sperare in una rinascita di questo Paese...
Guardare al passato è una cosa sempre carina, ma il rimpianto è pericoloso, perché uccide i sogni.
Un abbraccio, cara Renata.