La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

lunedì 14 luglio 2014

14 luglio




Ogni volta che sento la Marsigliese la mia anima  vibra, come solo la Leggenda del Piave, più che l'Inno di Mameli, mi commuove. 

Nella Marsigliese c'è la forza e la determinazione di un popolo e l'orgoglio che noi Italiani non abbiamo mai avuto, sempre pronti a denigrare noi stessi e le nostre virtù,  sputtanandoci a destra ed a manca, dando il modo agli altri di insultarci e prenderci in giro ... 

Oggi ricorre l'anniversario della presa della Bastiglia e l'inizio della Rivoluzione Francese. Una sommossa che ha cambiato il mondo interno, il sangue dei giusti e dei corrotti che scorse a fiumi. 

I tempi son cambiati, sicuramente ora una Rivoluzione così sanguinosa sarebbe anacronistica, anche se in tante parti del mondo continuano ad accadere e troppo spesso con  esiti tragici e disastrosi. 

Riuscirà il popolo Italiano a risvegliarsi dal senso d'impotenza che ci attanaglia e ci ha messo in ginocchio.. io spero di si...

Sempre W l'Italia !!

6 commenti:

edvige ha detto...

Per quanto riguarda l'inno come musicale mi è sempre paciuto, come anche l'inno americano. Si la Leggenda del Piave è stupenda e all'Inno di Mameli io preferirei ...va o pensiero.....
Tutto bene...ciaooo

leggerevolare ha detto...

Io vorrei tanto che anche noi prima o poi avessimo la nostra presa della Bastiglia!!!
che dici?

leggerevolare ha detto...

ti confesso che anche io provo lo stesso brivido ogni volta che sento questo inno (.)

katherine ha detto...

Speriamo veramente che l'Italia riesca a tenersi su,siamo messi male parecchio!

L'inno di Mameli ultimamente è stato rivalutato. Fino a qualche anno fa, ogni volta che cercavo d'insegnarlo ad una classe i ragazzi scattavano in piedi e si mettevano a urlare: "GOAL!" e a me veniva un nervoso, ma un nervoso!!!!!

keypaxx ha detto...

Hai ragione, sarebbe sempre da gridare un W l'Italia.
Un sorriso per il fine settimana.
^___^

principessasulpisello.com ha detto...

Quando sento l'Inno di Mameli, penso al povero Mameli, morto a 22 anni, combattendo per l'Italia unita.