La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

domenica 1 dicembre 2013

1° Dicembre : BORA!

La notte è stata meravigliosa : la Bora ha sgombrato il cielo da ogni nube e dall'alto la Regina Cassiopea risplendeva davanti alla mia finestra, ammiccando vanitosa in tutta la sua bellezza!
 
Fa un freddo cane ! ma come dice la vicina di casa "almeno si può asciugare la roba"!! L'umidità si è dissolta e speriamo che la Bora tenga lontane le nubi di neve.  Le previsioni danno Bora e sole per tutta la prima metà della settimana! 
 
Vi posto il video con la canzone più allegra sulla Bora, cantata da Lorenzo Pilat (ex Pilade del Clan di Celentano, autore di "Fin che la barca va" ed altri successi canori). Il testo è del 1902... quando il tram di Opicina, derragliò  dalle rotaie finendo la corsa su di una casa in via Romagna,  sfondando la parete della camera da letto di un gioielliere Triestino, mentre questi stava dormendo!!!
 
Buona settimana!!!




10 commenti:

lella ha detto...

Non so se ricordi che sono stata l'anno scorso a Trieste, una visita che volevo fare da tanti anni: la città m'è piaciuta molto e ricordo la tranvia di Opicina che, mi sembra, sia momentaneamente sospesa. E' vero che riprenderà a breve?
La canzoncina è simpaticissima, si capiscono anche le parole; non sapevo però che Pilade fosse triestino!

Renata_ontanoverde ha detto...

Si Lella, ricordo che dicesti di esserci stata.
La Tramvia verrà ripristinata non prima dell'aprile 2014.
Si Pilade è Triestino ed ha composto parecchi successi alcuni cantati da Orietta Berti. Ha scritto anche delle belle canzoni in dialetto Triestino.

Antonella S. ha detto...

Ciao Renata, anche qui è una giornata splendida e gelida e le notti sono stupende.

Mamma mia deve essere tremendo vedersi sfondare la parete della camena da letto...
Mia nonna mi raccontava sempre di quando abitava a Trieste ed arrivava la Bora..!

Ciao, buon dicembre.
Antonella

Ale ha detto...

Ciao Renata e buona domenica. Dicembre inizia con il freddo e la bora, per fortuna c'è il sole...da me tremano perfino i vetri delle finestre, brrrrrrrr. Un caldo abbraccio.

pyperita ha detto...

In controtendenza oggi a Roma piovigginava e c'erano 14 gradi!

Soffio ha detto...

proprio bella con allegria che ci serve sempre

leggerevolare ha detto...

oh signore ... questa non la sapevo

quindi la bora asciuga i panni? ohibo'

nellabrezza ha detto...

come tutti i venti freddi, elisa !! noi invece sempre umidificate, accidenti !! io preferirei un bel freddo vento secco !!

Renata_ontanoverde ha detto...

Antonella : hai una nonna Triestina ??? ;)
Ale un caldo abbraccio a te!
Pyperita : e oggi com'è il tempo a Roma??
Soffio : il motto dei Triestini è "sempre allegri, mai passion, viva là e po' bon" mai disperarsi, sempre allegri e quel che sia sia...
Elisa, Ele ha ragione, la bora è un vento secco che asciuga tutto!! anche troppo...
Ele a volte però la Bora esagera...ma fin che tiene il bel tempo, dopo tanta pioggia, ben venga!

perennementesloggata ha detto...

Tranne quando piove, io A DOOO ROOO la Bora: secondo me ha un senso dello humour tutto suo e ossigena cervello e pensieri.
Non ricordo chi l'aveva raccontata, forse tu?, la leggenda della Bora, ma mi è risultata ancora più simpatica :)