La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

sabato 22 dicembre 2012

Santo Natale

Al solito, nel silenzio del mattino, i pensieri si accavallano nella mente. Pensieri in libertà.
 
Stamattina pensavo al valore del Santo Natale: ne ha ancora? Si ed è esattamente quello che noi riusciamo a dare a questa Festa. Inutile pensare che dipenda da ciò che abbiamo o ciò che viviamo: dipende dal nostro atteggiamento e dal significato che riusciamo dare al Natale.
 
La vita è una ruota, porta gioie e problemi, dolori e soluzioni, dobbiamo sforzarci di viverla cercando di inserire sempre dei progetti,  rimandare per attendere tempi migliori, significa arrendersi ed arrendersi, vuol dire perdere una parte di noi stessi. Cercare di attuare progetti anche se le condizioni non sono propizie fa si che si cerchino soluzioni alternative : questa è la chiave per ogni innovazione!
 
Siamo noi che determiniamo la positività e la negatività della nostra vita nell'affrontarla. Il famoso bicchiere mezzo pieno, che è in realtà TUTTO pieno! Perché l'aria è l'elemento essenziale per la nostra sopravvivenza. Respirare è il primo atto vitale dopo la nascita. Il "vuoto" è essenziale per accogliere il "pieno", per fare spazio a ciò che ha da venire. La "pausa" è la necessità di ricaricarsi per tornare ad accogliere il pieno, il movimento.
 
Ecco ciò che ho imparato nella mia vita: agire in qualsiasi condizione, anche la più disperata, perché ogni "lasciata è persa"!  Accettare il bicchiere mezzo pieno per recuperare la capacità di rinnovarsi e capire ciò di cui abbiamo bisogno, pronti ad accogliere le prossime novità.
 
Ma soprattutto la Felicità inizia dal nostro cuore, dalla nostra capacità di accantonare distaccandoci almeno per un poco dai nostri problemi per contemplare serenamente ciò di cui  possiamo godere: la nostra Famiglia.  Lasciare fuori della porta, rancori, problemi, ripicche, anche se la situazione è disperata, anche se dentro al cuore c'è tanta tristezza: fate spazio al Natale, festeggiatelo anche con poco, perché si vive il Natale "dentro di noi" non con le esteriorità dei festeggiamenti, ma con i sentimenti.  

Questo per me è il Santo Natale. Avremo tempo poi, rinfrancati dalla festa, di tornare alla nostra routine... AUGURI A TUTTI!!!!


11 commenti:

Maude ha detto...

tantissimi auguri Renata e grazie per queste belle riflessioni.
Un bacio

Renata_ontanoverde ha detto...

Baci a te Maude!!!

azalearossa ha detto...

Un'interpretazione del Natale che mi piace molto, e che estenderei a tutti giorni dell'anno!

Tanti cari auguri anche a te e ai tuoi cari, con tanto tanto affetto♥
Giusy

Renata_ontanoverde ha detto...

Un abbraccio Giusy!

Antonella ha detto...

Ciao Renata bellissime parole. E' proprio questo che anch'io intendo per Natale. Poi ci penseremo, adesso facciamo spazio alla famiglia e ai sentimenti.
Tanti, tanti auguri.
Antonella

FrencyMammaStrega ha detto...

"Ogni lasciata è persa". Com'è vero.

Buon Natale :*

Linda ha detto...

Non sono credente e il natale lo subisco un po' ... Ma ci sono i figli chr chiedono felicità, avendone diritto. E allora che la festa cominci.

Tanti auguri Renata, la piú assertiva e positiva di tutte noi. Un abbraccio.

Renata_ontanoverde ha detto...

Buon Natale a tutte!

Soffio ha detto...

un mondo di auguri a te

Renata_ontanoverde ha detto...

Grazie Soffio ! Anche a te !

momma ha detto...

Tanti auguri per un sereno Natale!