La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)

martedì 16 agosto 2016

Considerazioni di metà agosto


Eccomi, seduta al pc dopo essermi bevuta il mio splendido caffé, canide fedele ai miei piedi che si agita nel sonno, mentre io getto uno sguardo sul nuovo giorno d'internet e pigramente spendo le prime ore del giorno a giocare a burraco on line.
L'aria è piacevolmente calda, ma non soffocante ed il sole splende. Purtroppo niente bagni di mare, sono in castigo per antibiotico ancora una settimana :D 
Ma l'umore è buono: il cielo è libero da voli, è stato triste veder partire le rondini già ai primi del mese. I gabbiani tacciono : hanno finito di gracchiare la loro territorialità dopo l'alba. La vita riprende...  
Penso sempre al 15 agosto come lo spartiacque dell'anno. Si stanno per raccogliere gli ultimi giorni di un'estate caotica, a volte faticosamente calda. Ritornano i pensieri quotidiani con le scadenze, il bisogno di fare, ancora un poco si può rimandare qualsiasi iniziativa che non sia urgente all'inizio di settembre, quando per me inizia il vero nuovo anno. 
Quanto in embrione dalla prima metà del 2016 bisogna portarlo avanti nella seconda, oppure in questi ultimi giorni d'agosto si possono ideare nuove strategie. 
Ancora si vive con una certa calma, alcuni perfino pensando alle ferie non ancora fatte, ma programmate per settembre e la città ha un traffico ridotto di macchine, i turisti ancora numerosi rappresentano un piacevole intermezzo di curiosità per la loro variegata natura, i vuccumpra ritardano la loro uscita e le prime ore a passeggiare per le strade diventa finalmente piacevole senza essere fermati ad ogni angolo, si vive in una dimensione dimenticata. 
Ecco, la fine di agosto vorrei portare avanti il clearing spaces, iniziato tante volte e mai portato a termine... chissà se ci riuscirò? Ve lo saprò dire ai primi di settembre. 


6 commenti:

Ale ha detto...

E anche ferragosto è passato, buon proseguimento cara Renata.
Ciao.

Censorina ha detto...

Mi hai obbligata a cercare su Internet "clearing spaces". Non mastico troppo l'Inglese, anche se mi ostino a giocare a FarmVille. Ai miei tempi si studiava prevalentemente il Francese.
Ho capito che è qualcosa molto interessante che dovrei fare anch'io. Ci proverò, ma temo che per me sarà molto difficile, questione di temperamento.
Ho una cognata che butta anche quello che serve e mi fa un po' di invidia. Buona fine di Agosto.
Paola.

edvige ha detto...

Mi spiace che sei in castigo di mare....
Se sempre leggermente triste nelle tue considerazioni come lo sono gli ungheresi visto che nonna lo era allegri nella loro tristezza con i canti i balli che davano però nostalgia.
Clearing space... da come vedo oggi qui in mansardo mi ci vogliono tre mesi per mettere a posto. Tra una cosa e l'altra mai tempo e quindi butta da giu tutto su tanto qui non ci viene nessuno.
Buona serata e buona fine settimana.
(Io sono ancora in riposo blog :) )

Alidada ha detto...

Hai tratteggiato un bel quadretto di questo periodo. Godiamoci fin che è possibile questo scampolo d'estete.. Io intanto son ritornata nel mondo blog. Ti ricordi di me Renata? Ciao e un caro saluto

leggerevolare ha detto...

hai ragione... tutti a pensare a 15 agosto eppoi quando passa ci si guarda come se ci mancasse qualcosa... perchè è ancora presto per il 24 dicembre... o no

ciao

nonno enio ha detto...

finito anche il frinire delle cicale che quest'anno sull'abero del mio giardino hanno riempito con i loro canti le mie calde giornate d'agosto...