La mia fedele compagna

La mia fedele compagna
La vita non è un cammino semplice e lineare lungo il quale possiamo procedere liberamente e senza intoppi, ma piuttosto un intricato labirinto, attraverso il quale dobbiamo trovare la nostra strada, spesso smarriti e confusi, talvolta imprigionati in un vicolo cieco. Ma sempre, se abbiamo fede, si aprirà una porta forse non quella che ci saremmo aspettati, ma certamente quella che alla fine si rivelerà la migliore per noi (A. Cronin)
Visualizzazione post con etichetta Omraam Mikhaël Aïvanhov. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Omraam Mikhaël Aïvanhov. Mostra tutti i post

lunedì 13 agosto 2012

Citazione

"Contrariamente a quello che molti immaginano, la spiritualità non si limita ai cosiddetti esercizi spirituali, come la meditazione o la preghiera... In realtà, qualsiasi attività della vita quotidiana può essere spiritualizzata se vi si sa introdurre un elemento divino. Ed è purtroppo anche vero che la preghiera, la meditazione o qualsiasi altra attività cosiddetta “spirituale” può diventare estremamente prosaica se non è animata e sostenuta da un'idea sublime, da un ideale superiore. La spiritualità non consiste nel trascurare o disprezzare il mondo materiale, ma nello sforzarsi di agire sempre con la luce e per la luce. La spiritualità consiste nel saper utilizzare qualunque attività, anche la più comune, la più prosaica, per elevarsi, armonizzarsi e collegarsi a Dio."

Omraam Mikhaël Aïvanhov

domenica 8 luglio 2012

Omraam Mikhaël Aïvanhov


"Prendete l’abitudine di analizzarvi in modo da rendervi conto degli impedimenti e degli schermi che voi stessi vi create inconsciamente. Se, per esempio, vedete gli esercizi necessari al vostro avanzamento spirituale unicamente come degli obblighi faticosi, quegli esercizi non vi apporteranno nulla, poiché nell'eseguirli non avrete messo la vostra anima. Siate consapevoli di ciò che in voi si oppone a tutto quello che potrebbe aiutarvi.  In ogni momento della giornata, avete l’occasione di eseguire degli esercizi che vi libereranno. Non considerate questi esercizi come degli obblighi, bensì come dei mezzi per salvarvi! A poco a poco, inizierà a scorrere una nuova vita che armonizzerà e ristabilirà ogni cosa in voi. Smettete di erigere voi stessi degli sbarramenti sulla vostra strada considerando noiosi, pesanti e inutili gli esercizi che vi indico e che noi eseguiamo qui. Fateli con amore, con gioia, e ben presto non potrete più farne a meno."


mercoledì 11 aprile 2012

Pensiero del giorno di Omraam Mikhaël Aïvanhov

Quando vi sentite turbati e infelici, anziché lasciarvi abbattere senza fare nulla (sì, perché voi credete sempre di non poter fare nulla!), cercate invece di reagire; e reagite immediatamente, collegandovi al Cielo attraverso la meditazione e la preghiera! Non appena riuscite a migliorare il vostro stato interiore, il mondo intero vi appare trasformato, poiché lo vedete attraverso altre “lenti”. Per quale ragione, quando sono innamorati, gli uomini e le donne vedono il mondo così bello? Perché in loro stessi tutto è diventato all’improvviso bello e poetico. Si ironizza spesso sugli innamorati, mentre invece bisogna ammirarli e dire: «Oh! Quante cose si possono imparare da quei due!...» È inverno, c’è la nebbia e piove... ma se devono incontrarsi, per gli innamorati brilla il sole, gli uccelli cantano, i fiori profumano, poiché la primavera è in loro. Direte che in questo caso siamo in piena soggettività… Sì, certo, ma occorre sapere che è proprio nel mondo soggettivo che Dio ha nascosto tutte le potenze. "
Omraam Mikhaël Aïvanhov